La nostra storia

Il più grande confidi di Roma e del Lazio.
La strada più semplice di accesso al credito.

Coopfidi, con oltre 15.000 imprese socie, è il più grande confidi del Lazio. Promosso da CNA, ed opera per facilitare l'accesso al credito degli artigiani, delle PMI operanti in tutti settori e dei liberi professionisti del territorio di riferimento, in una logica di accompagnamento del rapporto con il sistema bancario, offrendo consulenza finanziaria e prestando garanzia sui finanziamenti di qualunque durata e forma tecnica.

  • Coopfidi nasce nel 1979 per volontà di un gruppo di imprenditori di Roma.
  • Avvertita la necessità di rendere più efficiente il sistema estremamente frammentato delle cooperative di garanzia del Lazio, a partire dal 1995, e fino al 2006, Coopfidi intraprende i primi progetti di aggregazione tramite la fusione con altri confidi operativi sul territorio.
  • Nel 2009 avviene un'importante fusione per incorporazione con Artigiancredito del Lazio, l’ente funzionale della Regione Lazio che opera come consorzio di secondo grado preposto alla gestione di leggi e misure regionali di incentivazione all’artigianato.
    • Nel 2010 Coopfidi si aggiudica, in qualità di capofila di un ATI, la gestione di:
      • un Fondo di Garanzia POR-FESR.  Tale attività si conclude nel 2016 con l’impegno integrale dei Fondi assegnati, risultato eccezionale in periodo di crisi del mercato finanziario
      • il Fondo Antiusura nazionale art. 15 L/108/96;
      • il Fondo Antiusura regionale ex legge 23/01.
    • Dal 2011 opera con il Fondo Centrale di Garanzia. Nel 2012 il Fondo ha conferito a Coopfidi la qualifica di confidi rating, consentendo ai nostri soci di accedere più facilmente alla controgaranzia pubblica.
    • Nel 2016 Coopfidi è stato selezionato dalla Regione Lazio come soggetto erogatore di “Fondo Futuro”, un’iniziativa finanziata dall’Unione Europea per favorire l’acceso al credito di soggetti deboli sul mercato. La nostra struttura ha gestito oltre 700 domande di finanziamento sulle 1200 complessivamente presentate, erogando mutui per circa 21 milioni di euro.
    • Nello stesso anno  Coopfidi ha scelto coraggiosamente di uscire dalla Vigilanza di Banca d’Italia, ponendosi un nuovo obiettivo: essere un confidi ancora più vicino alle imprese socie.
    • In questo contesto nasce, sempre nel 2016, il Progetto C-Lab finalizzato ad essere utili all’imprese in tutte le sue fasi.