Bandi isi Inail: 250 milioni di euro per le imprese

Pubblicato il bando ISI-INAIL 2017 che mette a disposizione un plafond di circa 250 milioni di euro per progetti di miglioramento dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori. Oltre 26 milioni sono destinati alle imprese del Lazio.

Il bando si estende anche alle micro e piccole imprese attive nel settore agricolo, per lacquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per la riduzione delle emissioni inquinanti, del livello di rumorosità o del rischio infortunistico.

Ecco i dettagli del Bando ISI 2017, le cui domande dovranno pervenire nell’anno in corso.


PROGETTI FINANZIABILI

Per quanto riguarda le Risorse finanziarie destinate alle imprese della Regione Lazio, lo stanziamento è pari a complessivi 26.614.462,00 € suddivisi in questo modo:

  • ASSE 1, per i progetti di investimento e per i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale 12.972.725,00 €
  • ASSE 2, per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC) 3.693.886,00 €
  • ASSE 3, per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto 7.783.636,00 €
  • ASSE 4, per i progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (legno e ceramiche) 600.204,00 €
  • ASSE 5, per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli 1.618.011,00 €

L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto pari al 65% dei costi ammissibili sostenuti per la realizzazione del progetto fino ad un massimo di 130.000 Euro.
Per i progetti che comportano un finanziamento superiore ai 30.000 euro sarà possibile richiedere un anticipo dell’importo del contributo. 

I finanziamenti a fondo perduto vengono assegnati fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.


DESTINATARI DEL BANDO

Imprese, anche individuali, ubicate nel Lazio e iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.
Domande a partire dal 19 aprile 2018 fino alle ore 18.00 del 31 maggio 2018.